fbpx
Giocatore dal vivo con occhiali da sole

@Top1Percent

Perchè TOP ONE PERCENT fa staking e non coaching?

Negli anni, il panorama pokeristico italiano ha assistito alla nascita, alla crescita e all’evoluzione di un’infinità di scuole e gruppi di studio. Nonostante questo e, soprattutto da qualche anno, molte di queste sono sparite, altre si sono evolute, altre ancora hanno subito una trasformazione. Top One Percent, nel settore da oltre un decennio, è di sicuro tra quelle organizzazioni che ha compreso il cambiamento, ha saputo sfruttarlo e ha messo in campo duttilità e resilienza in uno scenario frenetico e sempre in evoluzione, mostrando grandi doti manageriali e visionarie.

La conoscenza del mercato del Poker

Quando si parla di Poker, oggi ci si riferisce essenzialmente al Texas Hold’em e a tutte le modalità di gioco che comprende:

  • MTT (Multi Table Tourney)
  • Sit and Go
  • Spin and Go
  • Cash game

In ognuna di queste varianti TOP si distingue in quello che possiamo definire il vero e concreto investimento nelle risorse umane: lo STAKING

L’obiettivo, la mission che la scuola si è sempre prefissata e che, nel tempo, ha dato risultati e soddisfazioni non comuni, è stato crederci! Credere nelle persone e nel loro potenziale e, di conseguenza, investire sulle loro capacità umane e tecniche. Il ritorno è stato fantastico e oggi TOP si colloca fra le migliori scuole di Staking d’Italia.

La visione

Avere un’idea, progettarla e, infine, creare, metterla in pratica, è un percorso complesso e ricco di insidie, ma è anche una sfida soddisfacente ed emozionante. In questo TOP dimostra tutta la propria efficienza e capacità visionaria. In un mercato complicato, tortuoso, comunque competitivo e, soprattutto, limitato come quello italiano, la Scuola riesce a distinguersi con un progetto tanto ambizioso quanto stimolante: lo staking coaching

Perché questa scelta?

In Italia, inutile girarci intorno, il mercato del Poker ha vissuto il suo el dorado fra il 2008 e il 2016, per poi subire una sensibile flessione e trasformazione.

Successivamente l’assottigliarsi di una serie di fattori come per esempio:

  • la liquidità
  • l’offerta didattica di buon livello fruibile tramite la rete
  • l’accessibilità al coaching per mid and high stakes

ha convinto i manager di Top One Percent a puntare su questo nuovo filone di impresa, lo staking coaching appunto, al fine di mantenere un livello di eccellenza nel mercato di riferimento.

Differenza fra coaching e staking-coaching

Nel coaching puro e semplice una scuola offre l’opportunità di scegliere fra diversi tutor che, ovviamente, hanno un costo orario. Di solito un insegnante chiede il corrispettivo del guadagno orario per un’ora di lezione. È intuibile che per un player che vuole fare il salto di qualità agli high stakes, si troverà ad affrontare costi esosi, se commisurati allo scenario del .it che, ricordiamolo, è molto limitato in termini di liquidità rispetto all’estero. Non è il coach ad essere costoso, bensì il network italiano con la sua offerta limitatissima in termini di traffico.

Nello staking coaching la situazione per il giocatore è ben diversa. In questo caso, tramite un accordo vantaggioso per entrambe le parti, il player che, magari, galleggia a stento fra low e mid stakes, ha la possibilità di potenziare il proprio back ground pokeristico, prendendo lezioni gratuitamente dai coach di Top One Percent, che, inoltre, mette a disposizione i fondi necessari per poter giocare ai tavoli; il player sarà seguito a tutto tondo e passo dopo passo per l’intero percorso, level up compresi.

Concludendo…

In un ambiente difficile e complesso come quello del Poker, che non offre molti spunti di crescita, per diversi motivi, tra i quali alcuni limiti culturali, il vero valore aggiunto è saper implementare principalmente due cose:

  • esperienza
  • idee

Top One Percent è una realtà frizzante e vivace. Ha fatto tesoro della propria esperienza, studiando e sperimentando continuamente il mercato. Tutto questo le ha dato la creatività necessaria che le consentito di essere sempre un passo avanti rispetto ai tempi e di arrivare dov’è oggi, tra le poche realtà concrete del Poker italiano e non solo.

Candidatura Staking

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.
Nome
Campo non obbligatorio, ma consigliato come valore di trasparenza
Qual è la tua disciplina principale?
Tramite software di tracking o Sharkscope
Indica il totale delle ore
Indica il livello di bui per il Cash Game oppure il Buy-In medio per tornei e Spin
Q

Top1Percent

Puntiamo sul valore

© Top1Percent Lug 21, 2024 Tutti i diritti riservati

Chi siamo

La scuola di poker che ti mette a disposizione tutti gli strumenti per iniziare il tuo percorso verso il professionismo.