fbpx
cosa fare se ci si accorge di affronntare un bot

@Top1Percent

Come comportarsi se ci si accorge di affrontare un bot ai tavoli?

Il poker online ha tantissimi vantaggi per giocatori professionisti e amatoriali, ma purtroppo non sempre un posto sicuro: tra i modi di barare nel poker online, uno dei più diffusi è l’utilizzo di bot, e quando ne affrontiamo uno ai tavoli cosa dovremmo fare?

Cosa è un bot nel poker online?

Partiamo con un disclaimer: il poker online è un ambiente perlopiù sicuro e pulito, e i dipartimenti di sicurezza delle poker room combattono tutti i tentativi di frode con tecnologie avanzate al meglio delle possibilità.

Tuttavia, ogni tanto è possibile che alcune attività fraudolente non vengano intercettate per tempo o riescano a bypassare i sistemi di controllo.

Un problema che di tanto in tanto viene riportato è quello del botting.

I bot nel poker online si dividono in diversi tipi, ma per riassumere si possono indicare come programmi che analizzano la mano in corso e giocano automaticamente di conseguenza o suggeriscono la mossa migliore.

Tipicamente questi software non sono in grado di eseguire sempre la mossa più corretta, alias: non sono così forti a giocare. Spesso puntano più che altro sulla massa, potendo gestire contemporaneamente un numero di tavoli maggiore e/o giocando per più tempo.

Il vero problema si presenta quando questo fenomeno viene sommato a quello del multiaccounting. In questo caso si possono incontrare più bot sotto diversi nickname allo stesso tavolo, e questi giocheranno conosceranno le carte l’uno dell’altro, acquisendo un vantaggio enorme.

Inoltre, questi account potranno metterci in difficoltà con delle combinazioni di action che limitano il nostro gioco. Per esempio, rilanciando, 3-bettando e 4-bettando contro i nostri flat call o raise con range ampi.

Come si individua un bot?

Per combattere il problema, il primo passo è individuarlo. Purtroppo, bisogna affondare il piede nella pozzanghera per accorgersene: solo giocando un po’ di mani contro questi account possiamo capire che siano bot.

Per iniziare dobbiamo pensare a cosa differenzia un bot da un essere umano: un meccanismo automatizzato, che non ha bisogno di riflettere, fa i calcoli in un determinato tempo, non ha pensiero umano, tilt, rabbia.

Un sistema un tempo molto utilizzato è il timing: quando un account prende tutte le decisioni nello stesso tempo, questo è un buon indicatore che probabilmente sia un programma. Va detto però che nel corso del tempo anche i bot si sono evoluti, e spesso vengono programmati con un generatore di numeri casuale che indica quanto tempo perdono a “riflettere”. Questo rende più difficile individuarli, ma se abbiamo un pensiero, possiamo aguzzare la vista e notare timing sospetti.

Essendo software programmati, hanno anche un numero limitato di size. Da solo questo non è un grande indicatore, perché anche molti giocatori reali usano size predefinite, ma si può aggiungere questo fattore al totale di “indizi che creano una prova”.

Il sospetto può diventare certezza se vediamo un certo nickname giocare un numero completamente irragionevole di tavoli e/o di tempo. Conosciamo i limiti di un essere umano: nessuno può giocare bene 24 tavoli o per 15 ore al giorno.

Poi la prova definitiva di solito è la chat. Un bot non risponde in chat… ma a volte nemmeno un giocatore reale. Però comunque provare non può fare male.

Come combattere un bot nel poker online

Quando noti un bot con un tasso di sicurezza abbondante (purtroppo è difficile averne la certezza totale e assoluta), puoi seguire questi step, in ordine.

1) Non ci giocare!

Fuggire non è la scelta che preferiamo, nessuno lo vorrebbe, ma è la prima scelta migliore: non ha senso combattere un bot e soprattutto alimentare il loro operato.

Cambia tavolo, o poker room, oppure non giocare proprio!

2) Manda la segnalazione alla poker room

È facile credere di non essere ascoltati, ma segnalare gli account sospetti alla poker room online è uno dei principali modi per verificare, bannare e spesso anche ricevere un rimborso.

Le room fanno il possibile per eliminare i problemi automaticamente, ma le segnalazioni dei giocatori sono grandemente valutate ed essenziali per risolvere alcuni casi controversi.

3) Impara a difenderti

Non vorremmo dare questo suggerimento, preferiamo di gran lunga il punto 1), ma a volte non possiamo proprio evitare dei bot. Sarebbe il caso di non giocare proprio, oppure di cambiare poker room.

Se non abbiamo scelta però, non dobbiamo disperare. Analizziamo bene il gioco dei bot e cerchiamo di capire come è strutturato. In fondo è una macchina programmata in un modo più o meno basilare: a ogni azione e situazione, una risposta preconfezionata.

Possono essere lasciati dei leak anche belli importanti, e grazie a questi potremmo pareggiare i conti contro questi bot o addirittura vincere. Ma se è possibile seguire un’altra strada è preferibile, perché cercare questi leak può essere costoso…

4) NON denunciare agli altri player!

Può esserci la tentazione, indotta dalla frustrazione, di urlare ad alta voce la nostra accusa, postandola sui social, su gruppi appositi, o comunicandola ai “colleghi” in altro modo.

A volte può anche essere la soluzione, di recente c’è stato un episodio simile sul circuito punto-com WPN, ma dobbiamo tenere in considerazione due cose molto importanti:

  • Volenti o nolenti, il nostro cervello soffre di alcuni bias e non è infallibile. Più di quanto crediamo, i nostri sospetti non hanno fondamento.
  • Essere esposti al pubblico come bot quando in realtà non lo siamo può essere un grande problema. La nostra reputazione non è sempre facile da ricostruire.

Di conseguenza molto meglio evitare accuse facili, e anche prendere con le pinze le denunce degli altri giocatori. 

Candidatura Staking

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.
Nome
Campo non obbligatorio, ma consigliato come valore di trasparenza
Qual è la tua disciplina principale?
Tramite software di tracking o Sharkscope
Indica il totale delle ore
Indica il livello di bui per il Cash Game oppure il Buy-In medio per tornei e Spin
Q

Top1Percent

Puntiamo sul valore

© Top1Percent Lug 21, 2024 Tutti i diritti riservati

Chi siamo

La scuola di poker che ti mette a disposizione tutti gli strumenti per iniziare il tuo percorso verso il professionismo.